L’ambiente ringrazia Wizard per il suo contributo sulla gestione ed il trasporto dei rifiuti urbani

Wizard Italia, grazie alla progettazione svolta da Innovative Structural Design srl ed alle tecnologie fornite dal Gruppo Cadland ha realizzato l’omonimo progetto Wizard, che si propone l’obiettivo di migliorare la gestione dei rifiuti urbani (e non) riuscendo a sfruttare, attraverso i loro prodotti, in maniera estremamente più efficiente gli spazi di raccolta dei rifiuti ubicati all’interno della città e delle aziende.

Il progetto Wizard prevede una varietà di compattatori di diverse dimensioni adatti a diverse tipologie di rifiuti. Questi sono in grado di diminuire il volume dei rifiuti urbani in maniera semplice e sicura. Si può utilizzare questa capacità sia riducendo gli spazi cittadini destinati alla raccolta rifiuti, evitando quegli scenari di cattivo gusto in cui vengono abbandonati in maniera casuale negli spazi adiacenti a quelli dei contenitori, a causa della ridotta capienza di questi ultimi, sia in termini di costi riducendo la cadenza degli interventi di svuotamento da parte delle aziende addette allo smaltimento rifiuti. In questo modo vengono ridotti sia il numero di mezzi e di personale impegnato e non ultimo, le emissioni di gas di scarico in atmosfera.
Altro punto chiave di questa nuova generazione di compattatori è la loro flessibilità di configurazione. Il sistema viene personalizzato in base alle esigenze di utilizzo, ad esempio Wizard 1.0 può essere munito di alimentazione solare e può essere istallato su piattaforme elevatrici a scomparsa per abbassare l’impatto visivo. Tramite i sistemi di controllo e automazione PLC è in grado di comunicare dati in tempo reale e rilevare il livello dei rifiuti, il numero di cicli fatto, la carica delle batterie ed ogni altro parametro che può risultare utile alla gestione remota del sistema. Il potenziale è altissimo, i dati raccolti permettono di formulare una previsione in cui, con l’adozione del compattatore Wizard city, i cassonetti destinati potranno essere monitorati per effettuare dei ritiri mirati al raggiungimento del pieno e si potrà raggiungere una riduzione fino al 50% del numero di spostamenti degli operatori.

Il Gruppo Cadland crede fortemente nel progetto di Wizard capace di affrontare la tematica dell’inquinamento da rifiuti urbani che è un tema di cruciale importanza di questi ultimi anni. Se da una parte è indispensabile aumentare le capacità di riciclo dei rifiuti prodotti, allo stesso tempo è fondamentale ridurre l’impatto ambientale del loro trasporto e Wizard è sicuramente un valido progetto in questo ambito.